Guardie mediche notturne

Guardie mediche notturne

Sicurezza guardie mediche lavoratori isolati.

Sicurezza guardie mediche lavoratori isolati. Il lavoro della guardia medica è una attività che rappresenta vari fattori di rischi, in quanto in molteplici situazioni il lavoratore si trova a prestare le propria attività in orari notturni, e da solo,  senza alcuna collega accanto e senza nessun contatto diretto con altri lavoratori.

Certamente alcune criticità del lavoro solitario ed isolato notturno sono presenti anche durante il lavoro solitario ed isolato diurno, sicuramente però queste vengono accentuate durante il turno di notte, quindi queste persone si trovano nella condizione di essere considerati lavoratori isolati .

In particolare l’organizzazione dei soccorsi, in caso di infortunio del lavoratore, rappresenta certamente il punto più critico nel caso di lavoro notturno solitario, per l’impossibilità o limitata capacità, da parte del lavoratore stesso, di allertare i soccorsi all’esterno del luogo di lavoro, difficoltà o impossibilità dei soccorritori, se e quando  allertati, di accedere all’interno del luogo, dove è necessario l’intervento, ma anche l’ulteriore difficoltà ad individuare esattamente, una volta all’interno, il punto di intervento in caso di situazioni complesse.

Tali aspetti comportano un ritardo dell’intervento con effetti a volte fatali, vi è quindi la necessità di monitorare in tempo reale lo stato di salute del lavoratore attraverso il controllo del suo stato di coscienza.

Molte aziende cercano di dare una riposta al problema, attuando una soluzione di tipo tecnico,  non sempre del tutto efficaci, ricorrendo alle diverse opzioni messe a disposizione dalla tecnologia delle comunicazioni, di cui si possono esemplificare le tipologie più diffuse:

  1. telefono cordless o cellulare
  2. ricetrasmettitore collegato a soggetti addetti a servizi di sorveglianza
  3. trasmettitore di segnale di allarme punto-punto con attivazione manuale
  4. dispositivo allarme automatico, con sensore della postura del lavoratore (busto eretto=OK, busto orizzontale=allarme), con possibilità di chiamate di emergenza, e/o invio di sms.

I primi tre sistemi, come tutti quelli similari ad azionamento manuale volontario, offrono solamente una sicurezza psicologica ma hanno una scarsa efficacia, che diventa addirittura nulla in caso di perdita di coscienza del lavoratore isolato , mentre un dispositivo di localizzazione con i sensori della postura, un sistema di allarme uomo a terra, e quindi dotato di funzione uomo a terra, potrebbe rivelarsi adatto a risolvere alcune delle problematiche relative al lavoro notturno o diurno effettuato dalle guardie mediche che operano in  luoghi isolati, senza contato con i colleghi, in quanto in caso di malore e/o perdita di coscienza del lavoratore isolato possono essere allertati i servizi di emergenza in automatico.

Vuoi informazioni su un dispositivo uomo a terra da utilizzare per la sicurezza guardie mecdiche lavoratori isolati ?

Clicca qui sul link seguente, e vedi come funziona il sistema di rilevamento uomo a terra NeosGuard.

https://neosguard.it/sistema-di-rilevamento-uomo-a-terra